Maria Giovanna Villari

Archive for giugno 2011|Monthly archive page

la marocco travaglio’s band

In analisi on giugno 28, 2011 at 10:18 pm

stanco di vedere che tra i pollastri di renzo, la nota marocco travaglio’s
band strapazzi i miei fondisti di riferimento, saleppe butta giù un compitino,
così a notte fonda, sui pezzi di questi musici

trattasi di un’analisi filologica, di concetto, inquadratura, resa e stile
dell’abito tessuto dai sarti di riferimento del momento

sia chiaro che mi son concesso una licenza poetica iniziale nel rispondere
nelle prime righe con gli stessi toni beffardi dei pollastri, ma vengo al succo

la marocco travaglio’s band, così procede:

1. storpia il nome del malcapitato;

2. prende due righe di storia di cronaca che riguardano il
“meschino” e con un gioco di date e riferimenti dettagliati offre uno
sfondo apparentemente interessante per i particolari ma invero solo grottesco e
saccente;

3. prende le distanze dalla destra indistantamente, colpevolizzata di ogni
nefandezza, ma al dunque la critica solo perchè ha un potere che i suoi
protetti di sinistra non riescono a conquistare con metodi democratici;

4. sfoggia un sottile godimento nel far capire al lettore che il gruppo è
giovane, belloccio, e gli altri di cui parla sono “veci” (vecchi) e
demodè;

5. parla del suo quotidiano come fosse un giovane puledro di razza, con
firme nuove e fiammanti e seguito giovanile; mentre invece c’è dietro una
vecchia nomenklatura di comuisti ideologici e arrabbiati;

6. sbava dietro giudici e tribunali di ogni distretto, tessendo lodi
sperticate di sentenze e pool destabilizzanti, e mai una parola su quei santi
anonimi che lo hanno condannato per diffamazione;

7. si ritorce in suoni da chitarra elettrica dando al pezzo quel gusto di
metallico, che lascia con l’amaro in bocca chi non voglia vedere il mondo con
gli occhi del cinico giustizialista.

Smettiamola di dare alla band la palma d’oro per veridicità, onestà
intellettuale e rigore.

Sappiamo valutare piuttosto che la marocco travaglio’s band rappresenta né più
né meno il gruppo di “elio e le storie di… offese”.

 

koalition ? … KOLLABORATION

In analisi on giugno 27, 2011 at 11:25 am

superiamo machiavelli

… e grandi uomini

In immagini on giugno 21, 2011 at 7:23 pm

Da sinistra Massimo d’Alema (col fucile); Berlusconi (il piccoletto); Bersani (con pantaloni a zumpa-fuosso).

piccole donne

In immagini on giugno 20, 2011 at 12:15 pm

sx/dx: mara, stefania, angela e concita

ma no ! …piccole donne…

! si cambia !

addio -sbam !

In immagini on giugno 18, 2011 at 5:15 pm

e giù lacrime e concitazioni

p.s. …ridicola

la terza camera

In immagini on giugno 18, 2011 at 4:47 am

"probi viri..."

scarica barile

In analisi on giugno 17, 2011 at 2:59 pm

barili

a proposito. l’aiuto promesso da tre regioni alla campania è strumentale. ogni regione senza fare i capricci deve trovare i suoi siti. e la campania non è solo super abitata intensivamente sulle coste ma ha ampi spazi quasi desertici all’interno. e infine, se intorno alle discariche si formano delle aree inquinate adiacenti i terreni che non possono essere più agricoli vadano trasformati in zone industriali o simili, indennizzandoli adeguatamente. non con i ridicoli parametri delle espropriazioni che penalizzano gli espropriati e “gli inquinati”, questi ultimi sempre se tali. certi costi vanno ripartiti tra tutti i regionali. alla malora certe vecchie leggi stantie di sapore comunistoide.

piacerevittorio

In immagini on giugno 17, 2011 at 12:19 pm
presentazioni

Saleppe – nice to meet you too

napoli: cercasi PM disperatamente

In analisi on giugno 16, 2011 at 11:01 am
sacchetto in decomposizione

ad oltre due settimane dall’insediamento a sindaco dell’ex PM de Magistris Napoli affoga nella monnezza. in controtendenza il partito dei 107 sostituti procuratori di Napoli rialza la testa e ci regala un’altra “inchiesta ammazzagoverni” . lo spettacolo è indegno; inchieste su città pulita, camorra nel trasporto rifiuti e gestione della cosa pubblica con l’attuale giunta (che parte già sconfitta e incapace), o con quella passata, manco a parlarne; mentre invece soffiano sul fuoco contro il pdl,  giornalisti sanguinari tipo Travaglio, in attesa di un “piazzale Loreto” o di “lancio di monetine”, per il presidente del consiglio.

capìta però che le cose possano cambiare; ad esempio il vento sui magistrati, troppo sicuri del fatto loro e poco credibili sui metodi perseguiti nelle indagini e nelle campagne mediatiche.
Al tempo

pensiero meridiano: onde

In mostre d'arte on giugno 15, 2011 at 12:57 pm

www.le4pareti.blogspot.com